[FILM] FANTASTIC FOUR? ECCO PERCHÈ NON È CAMBIATO NULLA!

Screen Shot 2015-06-30 at 9.13.26 PM

Cari lettori,

vorrei dirvi che ho visto il film più incredibile della mia vita! Che è il film dell’anno! Che, a confronto, gli altri film di tipologia super-hero sono spazzatura! Ma non vi dirò nulla di tutto questo, bensì il contrario. Vediamo perché:

FORSE POTREBBE INTERESSARTI: https://librilettura.wordpress.com/2015/09/07/citta-di-carta-nulla-di-che-film/

TRAMA: NON C’È NULLA DI NUOVO, SANTO CIELO! La trama è la stessa dei vecchi film dei fantastici 4, è la presa in giro più palese dell’anno! I personaggi hanno la stessa psicologia: la Cosa desidera più di tutti ritornare normale perché è, appunto, una cosa orribile; la donna invisibile “vede” i poteri come un problema, lo stesso anche Reed (Mister Fantastic); l’unico che apprezza la situazione è la Torcia (come sempre!). Qualcuno potrebbe dire: “Ma sai VG, è normale che la Cosa pensi cose così, e l’uomo elastico non elasticizza la  sua mente capendo che i poteri sono importanti, e Torcia bruci di desiderio d’infiammare tutto, fa parte dei Quattro, della loro psiche!”; e io gli risponderei: “Allora fai una cosa, cena con la stessa pietanza ogni sera, vediamo se poi non ti stanchi!”. Purtroppo, il mio punteggio si basa anche sull’inventiva, e visto che  Josh Trank (regista) non ha voluto metterci molta fantasia (tranne per l’aver inserito gli eroi in un contesto leggermente, ma molto leggermente, diverso), il mio voto, da una scala che va da zero a uno è 0.3;

Il secondo punteggio lo baso sullo spessore psicologico dei personaggi. Mi è piaciuta e che rientra in tale voce del punteggio, è l’amicizia tra Ben (Cosa) e Reed, che nasce fin da piccoli, intensifica il loro rapporto rendendolo più veritiero al pubblico; seconda novità è il pensiero anticonformista del Dr. Destino: vede, e io concordo con lui, ingiusta l’avidità dell’uomo che si spinge a conquistare un nuovo mondo solo per sfruttare le risorse per salvare la Terra, che secondo lui non andrebbe salvata visto che è lo stesso uomo ad averla distrutta. In sintesi non vede perché l’uomo non debba assumersi le sue  responsabilità. Il voto inoltre è influenzato negativamente dal fatto che non capisco come Ben abbia aiutato Reed in tutti questi anni, senza poi capire un fico secco di fisica quantistica. Gli faceva da bracciante? Se si, perché non se n’è andato? La storia non regge; infine, gli altri personaggi, come detto precedentemente, non sono né una novità né un granché a livello psicologico, visto che non si approfondisce la loro storia. Il punteggio è basso: 0.5;

RECITAZIONE: Anche qui parecchio deludente: il linguaggio del corpo non è un granché; basta vedere la scena in cui il ragazzo picchia il fratello e la madre picchia il figlio, ad inizio film per capire tutto. Il voto anche qui scarso: 0.4;

empire-luke
Ma dove sono finite queste espressioni? Magari a qualcuno non potrà piacere, ma almeno lui ci ha provato!

Le espressioni facciali sono meno che discrete, nessuno spicca (era più espressiva la scimmia che è andata nell’altra dimensione che loro). Vi invito, per comprendere meglio, ad osservare con attenzione la scena in cui muore il padre Storm, a parte il fatto che muoverà la sola bocca per tutta la dura del film (forse affetto di qualche paralisi dei muscoli facciali), anche i figli avranno la espressione, perfino quando il loro genitore morirà di una morte atroce: Destino gli aumenta la pressione corporea fino a quando le cervella scoppiano. Punteggio: 0.4;

mr-fantastic-139251
Ecco parte del laboratorio che vedrete per almeno 1 ora del film. Non vi garba? Arrangiatevi!

AMBIENTAZIONE: a parte l’inizio del film, la maggior parte del tempo lo passeremo all’interno di un laboratorio grigio, pieno di attrezzatura, con nulla d’interessante da guardare. L’unica cosa che spezzerà la monotonia è la figura snella di Kate Mara (Susan Storm). Però, ammetto, che si trova gusto nel vedere come l’atmosfera cambia, influenzando positivamente il punteggio, quando Dr. Destino gioca a fare il macellaio, entrando così in una sorta di semi-horror; Il punteggio, da una scala di zero a uno è 0.4;

Adesso trattiamo la parte che mi ha spinto a vedere il film: gli effetti speciali. Mi aspettavo molto di più visto che siamo nel 2015, non che volessi il drago del film “Lo Hobbit”, ma si sono impegnati proprio quel giusto per non farti lamentare. L’unico complimento finisce soltanto alla Cosa, che perde, anche se non del tutto, la figura umanoide che lo accompagnava col precedente film dei Fantastici; per esempio, i suoi occhi sono ancora più nascosti. Il voto è giusto giusto la sufficienza: 0.6;

MORALE: la solita morale: credi nel lavoro di squadra. Lo capiranno solamente alla fine del film, nonostante gli sia stato detto mille volte dal povero Storm, che verrà ascoltato quando sarà oramai stecchito sul pavimento. Ovviamente nel sequel, la lezione appresa in questo film, non servirà a nulla. Morale banale, punteggio 0.4;

GIUDIZIO FINALE: 3.1 / 7.0

FORSE POTREBBE INTERESSARTI: https://librilettura.wordpress.com/2015/09/04/il-racconto-dei-racconti-magn
ifico/

josh-trank
Josh Trank, mentre prende in giro sé stesso.

Abbiamo capito: Josh Trank ha fatto il solito film commerciale tanto per arricchirsi. Se volete regalargli i vostri soldi, allora andata pure al cinema, viceversa se ritenete che vi spetti un film come si deve.
Hai domande? Mi è sfuggito qualcosa? Fammi sapere cosa ne pensi tu!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...