[FILM] CITTÁ DI CARTA? NULLA DI CHE!

paper-towns-movie-cara-natt-480x347

Prima ci tenevo a precisare che l’articolo è una recensione riguardante il film e non il libro, poiché posso dire, che sono da considerare in modo leggermente diverso.

Ho sentito parlare diverse volte del celebre libro “Città di carta”, sopratutto prima dell’uscita del suo omonimo film; tanto di quelle volte da suscitare la mia curiosità. Inoltre, tanto bene da farmi credere che esso fosse qualcosa di speciale, unico nel suo genere. Ma mi sbagliavo! Purtroppo sono rimasto parecchio deluso sia dal libro che dal film. Vediamo perché:


TRAMA: Ammetto che John Green (l’autore) sa affrontare il tema amoroso in modo intelligente, andando ben lontano dallo stereotipo delle storie amorose, dove la fanciulla viene salvata dall’eroico protagonista che alla fine del racconto ottiene il bacio dalla sua amata; ciò non lo metto in dubbio. Infatti, questa storia, ha abbastanza inventiva: la ragazza (Margo) parte lasciando degli indizi che serviranno al protagonista (Quentin), in modo che lui possa ritrovarla. Inoltre, mi è piaciuto il finale, quando si baciano, è avvenuto in modo così normale da renderlo vero (dopo una conversazione che non c’entrava quasi nulla col bacio).  Idea poco vista quella della ragazza che lascia indizi al ragazzo; grazie ad esso ottiene un punteggio di 0.8 da una scala di zero a uno;

Il film lo si guarda tutto d’un fiato, punti a favore per esso, infatti quelle due ore sembreranno volare. Però, c’è da dire che questo provoca una velocizzazione delle azioni, togliendo spessore psicologico ai personaggi. Per esempio, Ben (uno dei migliori amici di Quentin), capisce a fondo la personalità di Lacey (migliora amica di Margo) senza nemmeno avere mai una conversazione con essa! In un’arco di tempo cortissimo! Complimenti, ma ora mi spieghi come fai a conoscere qualcuno senza averlo mai conosciuto? Ovviamente, Lacey è inspiegabilmente attratta da lui, e giustamente finirà per andarci al ballo per rispettare la regola “e vissero felici e contenti”. Clamoroso! Il punteggio è di 0.5;

Città-di-carta
Alla sinistra Halson Stage (Lacey), notare l’espressione facciale che manterrà invariata per tutto il film.

RECITAZIONE: l’unico che veramente si salva è Nat Wolff (Quentin) in tutto quell’ambaradan, non che gli altri siano a livello zero come i protagonisti della saga di Twilight, ma avrebbero potuto avere di meglio. Devo dire che, a parte Austin Abrams (Ben), in alcune scene, come quando denigra il suo amico di colore, mentre sono a casa di Quentin, gli altri non trasmettono più di tanto. Sopratutto le ragazze, tutte da buttare, la migliore è la protagonista, e, purtroppo, non è neanche tanto brava, poiché anche quando scherza sembra infuriato col mondo; mentre Lacey non sa proprio dove stia di casa l’espressione facciale: ammirerete una sola espressione per tutto il film, e purtroppo, sarà anche inespressiva. Il punteggio, come detto all’inizio, è influenzato positivamente dal protagonista sennò avrebbe preso anche meno: 0.5;

AMBIENTAZIONE: Nulla di speciale: la scena costruita meglio di tutti era un vecchio supermercato abbandonato invecchiato dal tempo. Forse bellina la casetta dove si supponeva che stesse Margo, ma niente di particolare. Il punteggio è basso 0.4;

Cara-Delevingne
Cara Delevingne (Margo), osservare la sua bellezza ambigua, che ti fa dubitare delle capacità intellettive del regista. Tanto da farti dire per tutta la durata del film: “la bellezza è soggettiva. A Quentin piace così, non posso giudicare”

Il trucco non è nulla di che. Basta guardare Radar (amico di colore del protagonista) dovrebbe rappresentare il solito Nerd che passa la maggior parte del suo tempo di fronte ad un pc, ma questo lo si dovrebbe intuire dai soli occhiali a tartaruga che porta. Oppure dal neo scoperto di Quentin; ma sopratutto, dalle sopracciglia enormi di MArgo. Avrebbero dovuto fare di meglio, punteggio: 0.4;

MORALE: Sono contento che almeno in questo film ci sia una morale di un certo peso, anche se poi non approfondita. La frase “città di carta” usata da Margo, nel suo monologo, sta ad indicare delle norme sociali che oramai sono diventate regole per la società; infatti, non accetta l’idea di avere una vita così banale come quella di finire il college, diventare dottore e mettere su famiglia, pensa che sia troppo scontata e, addirittura, non veritiera (condivido). Lei, infatti, chiede se Quentin si sentirà felice, una volta raggiunti questi risultati. Inoltre, alla fine del film si lamenta del fatto che ella abbia dovuta personificare un’idea, l’idea che si erano fatti i suoi amici di lei. Morale che tocca il problema della società odierna, dove, se non ti aggreghi, vieni emarginato; il punteggio sarebbe stato più alto se il regista avesse insistito di più su questo aspetto, comunque buono: 0.7;

GIUDIZIO FINALE: 3.3 / 6.0


Insomma, guardabile, ma non venite a dirmi che sia un film che cambi la vita, o che sia il film dell’anno. Mi dispiace soltanto che film così, vengano visti da quelle ragazzine i cui ormoni stanno scoppiando (tanto che quando è apparso Ansel Elgort, celebre per la parte da protagonista Agustus del film “Colpa delle stelle”, c’è stato un applauso caloroso; nonostante il film, oltre all’attore, non siano nulla di che). Purtroppo le multinazionali ci mangiamo su voi ragazzine; ma se va bene a voi che vi accontentate di un film-spazzatura, invece di film migliori che potrebbero farvi provare dieci volte di più gli stessi sentimenti, a chi dovrebbe dare fastidio?

Voi cosa ne pensate?

Annunci

2 pensieri su “[FILM] CITTÁ DI CARTA? NULLA DI CHE!

  1. Sono completamente daccordo con te, ma per quando riguarda le sopracciglia avrei qualcosa da ridire. Sono un punto caratteristico di Cara Delevigne, e sicuramente il regista ha voluto tenere l’attrice per come è veramente, poi sono punti di vista, molta gente le odia, ma io trovo fighe queste sopracciglia sul suo volto. parere personale 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...